Home

Articoli recenti

“Sicut stellas caeli”. Lo Spirito riempie la terra e i Battezzati il Cielo.

Due sono le festività “maiores et magis necessarie inter omnes” (maggiori e maggiormente necessarie fra tutte): la Pasqua e la Pentecoste. Secondo un’antica consuetudine, infatti, anche nel sabato della Vigilia di Pentecoste si celebravano i Battesimi. Guglielmo di Auxerre così evidenzia questo legame fra le Solennità: “nichil nobis nasci profuit, nisi redimi profuisset, et redimi nichil profuit, nisi paraclitus mitteretur” (Nessun vantaggio perContinua a leggere ““Sicut stellas caeli”. Lo Spirito riempie la terra e i Battezzati il Cielo.”

Captivam duxit captivitatem (Sal 67,19). Non abbandonati ma catturati

Il Salmo 67 è tradizionalmente legato alla solennità dell’Ascensione. Esso risuona nella Liturgia delle Ore e nelle Antifone di questo giorno. Uno dei Responsori del terzo notturno così cantava: Ascendens in altum alleluia captivam duxit captivitatem dedit dona hominibus alleluia alleluia Ascendendo in alto, alleluia, ha fatto prigioniera la prigionia, e ha dato doni agliContinua a leggere “Captivam duxit captivitatem (Sal 67,19). Non abbandonati ma catturati”

Il Vangelo è canto di gioia: Vocem jucunditatis

La sesta domenica di Pasqua è la domenica De jucunditate (della letizia). Il nome le deriva proprio dal suo Introito: Vocem jucunditatis annuntiate et audiatur alleluia nuntiate usque ad extremum terrae liberavit dominus populum suum alleluia alleluia Annunciate la voce di gioia, e che sia ascoltata, alleluia. Annunciatela fino all’estremità della terra: il Signore haContinua a leggere “Il Vangelo è canto di gioia: Vocem jucunditatis”

Ottieni i nuovi contenuti, spediti direttamente nella tua casella di posta.