Articoli

Il Vangelo è canto di gioia: Vocem jucunditatis

La sesta domenica di Pasqua è la domenica De jucunditate (della letizia). Il nome le deriva proprio dal suo Introito: Vocem jucunditatis annuntiate et audiatur alleluia nuntiate usque ad extremum terrae liberavit dominus populum suum alleluia alleluia Annunciate la voce di gioia, e che sia ascoltata, alleluia. Annunciatela fino all’estremità della terra: il Signore haContinua a leggere “Il Vangelo è canto di gioia: Vocem jucunditatis”

Un canto “in uscita”: “Cantate propter conversionem gentium”!(Cantate per la conversione delle genti)

Perché si deve cantare? Tra i molti motivi che ci possono essere, la liturgia della V domenica di Pasqua ne evidenzia uno: tutti i fedeli sono invitati “ad cantandum propter conversionem gentium” (a cantare per la conversione delle genti). Per questo motivo, allora, l’Introito si apre proprio con l’imperativo: “Cantate“! Cantate Domino canticum novum, alleluiaContinua a leggere “Un canto “in uscita”: “Cantate propter conversionem gentium”!(Cantate per la conversione delle genti)”

“Misericordia”. Il canto del buon Pastore che riempie la terra e rinnova i cieli.

L’Introito Misericordia apre la celebrazione Eucaristica in quella che è conosciuta come la domenica del Buon Pastore. Misericordia Domini plena est terra, alleluia. Verbo Dei caeli firmati sunt, alleluia alleluia. (Della misericordia del Signore è piena la terra;la sua parola ha creato i cieli. Alleluia. Sal 32,5-6). Come abbiamo visto per la domenica Jubilate, ancheContinua a leggere ““Misericordia”. Il canto del buon Pastore che riempie la terra e rinnova i cieli.”

“Semper exsultet populus tuus, Deus”! Uno jubilus che non è [completamente] sparito

“Esulti sempre il tuo popolo, o Dio“! Con queste parole inizia l’orazione di Colletta della terza domenica di Pasqua: Semper exsultet populus tuus, Deus, renovata animæ iuventute, ut, qui nunc lætatur in adoptionis se gloriam restitutum, resurrectionis diem spe certæ gratulationis exspectet.  (Esulti sempre il tuo popolo, o Padre, per la rinnovata giovinezza dello spirito,Continua a leggere ““Semper exsultet populus tuus, Deus”! Uno jubilus che non è [completamente] sparito”

“Ut octavus primo concinat”. Perché l’ottavo canti assieme al primo

Prima di chiamare “Dominica in albis” la prima Domenica dopo Pasqua, essa , in alcune fonti liturgiche, porta il nome di “Dominica post albas” (Domenica dopo le albe). Il computo dell’Ottava pasquale, infatti, iniziava con il Sabato Santo e la sua Veglia e, conseguentemente, i giorni in cui si dilata il Responsorio graduale: ‘”Haec dies”Continua a leggere ““Ut octavus primo concinat”. Perché l’ottavo canti assieme al primo”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: